Biodistretto Valdera, verso una Toscana 100% bio entro il 2035. Non è un'utopia altrove è già realtà

L’agricoltura in Toscana ha bisogno di un radicale cambio di passo. Culturalmente dobbiamo essere consapevoli che il prodotto agricolo o zootecnico di caratteristiche superiori, ha un valore direttamente proporzionale alla qualità della filiera che lo sostiene. In tal senso i biodistretti hanno e devono acquisire un ruolo sempre più importante per la nostra Regione l’obiettivo da centrare è quello di una Toscana 100% bio entro i prossimi 15 anni. E questa non è un’utopia perché in altri paesi è già realtà. Eventi come quello di oggi servono ad aumentare la consapevolezza, ma anche a diffondere le buone pratiche. L’agricoltura è vita, ambiente, territorio, lavoro, tutto quello di cui parliamo quotidianamente all’interno delle nostre leggi e del nostro lavoro. Tutelarla significa tracciare un futuro più sostenibile per l’ambiente, ma anche più equo per gli agricoltori toscani.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Irene Galletti

Irene Galletti

Candidata alla Presidenza della Regione Toscana