L'usura è un fenomeno che colpisce duramente anche la Toscana. Orgogliosa di poter dare il mio contributo

“La salvaguardia dell’ecosistema marino di Monte Argentario e della costa toscana a sud di Albinia passa anche dal coinvolgimento e dalla tutela dei piccoli pescatori della zona. Per questo è importante permettere la loro di partecipare a progetti di sostenibilità ambientale, oggi riservati ai soli diportisti. Primo tra tutti, quello per la pulizia delle calette.”

È questo uno degli obiettivi che si è data la candidata presidente della Toscana per il Movimento 5 stelle, Irene Galletti, al termine dell’incontro avuto ieri con una rappresentanza dei piccoli pescatori dell’Argentario. Un appuntamento importante, cui hanno partecipato anche i candidati Luca Giacomelli e Isacco Bocci.

“A causa della concorrenza della grande pesca e del pescaturismo – sottolinea Galletti –, i piccoli pescatori stanno vivendo una situazione molto difficile, in un ambiente afflitto da crescente inquinamento. Ecco perché bisogna attivare anche per loro progetti alternativi. La nostra intenzione è quella di creare una filiera virtuosa che metta insieme le amministrazioni locali, la società di gestione dei rifiuti e i piccoli pescatori che, con le loro imbarcazioni, potranno ripulire le calette dell’Argentario, irraggiungibili dai mezzi tradizionali, portando così la raccolta differenziata in spiaggia. Un progetto simile a quello avviato a Livorno due anni fa. In questo modo anche i pescatori avranno un beneficio economico garantito tutto l’anno che gli consentirà di sopravvivere anche nei periodi come questo in cui le acque sono poco pescose”. “Parallelamente – aggiunge Giacomelli – occorre sburocratizzare l’attività di pesca. Da queste parti lo hanno promesso per decenni tutti i partiti, ma nessuno ha mai fatto qualcosa di concreto. Chiacchiere al vento che noi sostituiremo con i fatti”. “L’altro tema – prosegue la candidata presidente – è quello del controllo del territorio. I pescatori ci hanno segnalato che le attività di allevamento ittico realizzate a poche decine di metri dalla costa e dalla laguna impatterebbero in modo importante sull’ecosistema delicato di queste acque. Serve una valutazione più attenta e controllo periodico su questo tipo di attività, perché siano portate avanti in modo sicuro per l’ambiente”. “È stato un incontro importante in questa fase di definizione del programma elettorale – conclude Bocci – Il M5S si conferma presente nel territorio per sostenere le attività produttive e per tutelare i settori in difficoltà”.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Irene Galletti

Irene Galletti

Candidata alla Presidenza della Regione Toscana